Cerignola: VII Edizione del Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli

22 Novembre 2014|Posted in: Cerignola

Nicola Zingarelli, nato a Cerignola il 31 agosto 1860, fu premiato dal Comune con una
medaglia alla fine degli studi elementari, esempio che viene riproposto in questo Concorso con
la premiazione ai giovani studenti delle scuole primarie e secondarie. Il Vocabolario della lingua
italiana contiene un’anima: sacrifici, studi, ricerche, amore della letteratura, delle arti, del
linguaggio, dell’interpretazione. E’ la stessa che ispira il Premio Letterario “Nicola Zingarelli”
che si svolgerà da ottobre 2014 a marzo 2015. Il Premio vuole essere anche un contributo al
risveglio e alla crescita culturale del nostro Meridione.
Il Premio Zingarelli, con la settima edizione, è un incontro periodico per la crescita e la
“incentivazione” della cultura. L’obiettivo principale del Premio Zingarelli è di offrire
attraverso la premiazione, il giusto merito alla cultura.
Al Concorso è ammessa, attraverso delle distinte sezioni, la partecipazione di opere di
narrativa edita e di poesia inedita; quest’anno, facendo seguito a quanto iniziato nelle passate
edizioni, è stata inserita la sezione “Composizione Musicale Jazz”, che sarà curata dalla locale
Associazione Culturale “Musica per sorridere”. Il Premio Letterario Nazionale “Nicola
Zingarelli”, in collaborazione con il Comune di Cerignola, il Comune di Rocchetta S.A., le
Associazioni Culturali “Motus” e “Musica per Sorridere”, ha messo in atto un itinerario culturale
legato alle parole del Vocabolario della Lingua Italiana.
La VII Edizione, denominata “Parole e Musica”, si pone un obiettivo sfidante: vivere e far
vivere la cultura in un brodo pregno di scrittura e musica. La musica, così come la poesia, la
scrittura e la pittura, è armonia delle arti che con le sue note fa vibrare le corde dell’animo che
diventa più luminoso, per questo le arti non possono essere solitarie, ma sono componenti della
stessa armonia.
Al comitato del Premio Zingarelli è data facoltà di premiare con il riconoscimento “Non
omnia possumus omnes” alcune personalità che si sono distinte per particolari opere
dell’ingegno, per studi scientifici di notevole prestigio, per opere di forte impegno morale ed
educativo, per l’impegno nel sociale, per il rispetto della legalità o a personaggi dello Spettacolo
come premio alla carriera o come premio per una particolare interpretazione. La scorsa edizione
hanno ricevuto il riconoscimento il prof. Francesco Sabatini (presidente emerito dell’Accademia
della Crusca), Lorenzo Enriques (fondatore dell’Associazione per la lettura e presidente della
Zanichelli), Erica Giacosa (direttrice dell’Associazione per la lettura), Domenico De Pasquale
(Mingo) (attore e testimonial di Associazioni per il volontariato), Riccardo Sgaramella
(divulgatore e studioso del dialetto di Cerignola), Gianfranco Labroca (direttore di orchestra di
fiati di Cerignola) e l’orchestra di fiati “V. Di Savino”. L’organizzazione si avvale del
prestigioso apporto del direttore artistico Tommy Di Bari, e del supporto dell’Associazione
Culturale Motus.
Ai premiati non viene offerto premio in denaro. Il riconoscimento consiste in una pergamena
ricordo e in una spiga (opera realizzata da artigiani locali). La spiga di grano in argento placcato
oro simboleggia i granai di Cerignola, della Capitanata e della regione Puglia luminosa sotto il
sole di agosto; la spiga è metafora della Cultura italiana alimentata dal vocabolario di Nicola
Zingarelli. I vincitori della passata edizione Michele Barbera da Menfi (Agrigento) con “Il
testamento di Vantò” “Aulino Edizioni” per la sezione Narrativa edita e Fulvia Minetti da Roma
2
con “Degli astri regina”per la sezione Poesia inedita hanno potuto apporre sull’opera premiata
la fascetta “vincitore del Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli 2013”. La quota di
iscrizione e i libri partecipanti al concorso, al netto delle spese, saranno devoluti in beneficenza a
“Una Biblioteca per Tutti”, la biblioteca gratuita ed accessibile a tutti (compreso i diversamente
abili, i non vedenti, gli ipovedenti, gli immigrati, i bambini e gli anziani con aree a loro dedicate)
in continuo allestimento, ubicata in Cerignola, una delle città maggiormente votate alla cultura
della Provincia di Foggia.
L’obiettivo di LiberaMente Aps – Circolo di Cerignola e del suo presidente Antonio Daddario
è quello, infatti, di sottrarre “braccia” alla malavita, continuando l’opera iniziata dal Dr. Luca
Galliano, ideatore del Premio e organizzando attività culturali che coinvolgono bambini e
ragazzi nella riscoperta del “piacere della lettura”.

Il Presidente del Premio Zingarelli
Antonio Daddario

Pin It on Pinterest