Movimento Politico la Cicogna: Scuole aperte!

15 Gennaio 2015|Posted in: MP.LA CICOGNA

La Cerignola che vogliamo?
È quella che rende la scuola il centro culturale della città, aperta a tutti, non solo agli studenti.
Penso a uno staff presso un ufficio scuola ben funzionante che, alla fine di ciascun anno scolastico, concerti con le scuole alcuni progetti da svolgere per l’anno scolastico successivo.
Questi progetti, tra i più svariati, che abbiano come nuclei portanti l’ambiente, l’educazione alla cittadinanza, l’educazione interculturale, l’educazione estetica, attraverso linguaggi alternativi quali la musica, la danza, il teatro, il cinema, la lettura animata, la scrittura creativa, le attività manipolative, le attività multimediali, e tante altre forme di espressione, saranno destinati a tenere aperte tutte le scuole della città per utilizzarle come centri di educazione e formazione post scolastica per bambini, ragazzi e genitori.
La ripresa della nostra città non si potrà avere con un colpo di bacchetta magica, le persone hanno bisogno di luoghi aggregativi e gli edifici scolastici possono servire anche a questo.
Si possono prevedere molteplici attività per gli studenti, anche in orari extrascolastici, con il coinvolgimento delle famiglie e della comunità.
Si potrebbe affrontare la prevenzione ambientale, il rispetto per tutto ciò che è pubblico per preservare il patrimonio cittadino.
Si lavorerà sul teatro sociale, come forma di cittadinanza attiva.
Ancora, si metteranno in atto percorsi di educazione interculturale, dato l’aumento di presene straniera in città. Per aumentare ulteriormente l’impatto del progetto, ai percorsi espressivi potrebbero essere affiancate «piccole biblioteche cittadine. Aprire le scuole al territorio potrebbe diventare il migliore strumento contro la dispersione, non solo scolastica poiché gli alunni delle scuole dell’obbligo, ad esempio, non hanno grandi problemi di dispersione, se non quelli che scaturiscono dal disagio socio – economico e talvolta familiare.
In tal modo si potrebbe promuovere un modello di intervento per sostenere il dialogo tra le istituzioni, le famiglie e l’Ente Locale per confrontarsi sulle buone pratiche e favorire un’attenzione maggiore sul tema dell’educazione.

Antonietta Scardigno
MP La Cicognalogo-movimento-la-cicogna65

Pin It on Pinterest