Cerignola: l’Assessore all’Ambiente Lionetti: al via la raccolta degli oli esausti domestici

14 novembre 2017|Posted in: Cerignola

Mi è lieto informare la cittadinanza che nei prossimi giorni sarà riattivato il servizio di raccolta degli oli esausti domestici. La raccolta avverrà tramite un servizio di recupero puntuale e diretto da parte della ditta appaltatrice.
I cittadini potranno ricordare che tempo addietro fu attivata, in modo sperimentale, il servizio di raccolta degli oli domestici. In Piazza Della Repubblica e sul Corso cittadino in corrispondenza del Palazzo di città furono installati dei raccoglitori nei fine settimana. Oggi, invece, dalla via sperimentale si passa al servizio di raccolta pubblicizzato e strutturato. Le Parole dell'Assessore all'Ambiente Antonio Lionetti: "Mi è lieto informare la cittadinanza che nei prossimi giorni sarà riattivato il servizio di raccolta degli oli esausti domestici. La raccolta non avverrà mediante i soliti raccoglitori sparsi per le vie cittadine, ma tramite un servizio di recupero puntuale e diretto da parte della ditta appaltatrice. Precisa Lionetti - Dopo aver avviato una adeguata e intensa campagna di sensibilizzazione, da effettuarsi presso le scuole, le parrocchie e in qualsiasi altro centro associativo attento alle tematiche ambientali, verranno distribuiti volantini informativi sulle modalità di raccolta, con indicazione dei luoghi, dei giorni e degli orari in cui si provvederà a recuperare gli olii esausti. Saranno previste anche forme incentivanti per stimolare ulteriormente la cittadinanza al corretto smaltimento degli olii usati in cucina. Dalla prossima settimana, un responsabile tecnico della ditta deputata alla raccolta degli oli esausti, si recherà presso gli istituti scolastici e le parrocchie per illustrare ai dirigenti e ai parroci il progetto ambientale che si intende attivare. Conclude l'Assessore - Sono certo di poter contare sulla partecipazione della maggior parte dei miei concittadini, sperando di poter isolare e possibilmente educare tutti coloro, invece, che non hanno alcuna cultura ambientale e che, soprattutto, inquinano deliberatamente il nostro territorio, incuranti dei danni che arrecano alla salute di tutti".