Regione Puglia: PISICCHIO A FOGGIA E TRINITAPOLI CON ARCA CAPITANATA

14 novembre 2017|Posted in: Regione Puglia

“Oggi è un giorno davvero importante perché un sogno, per tanti anni atteso dalla comunità, finalmente si realizza. È vero, l’attesa è durata anche troppo, oltre 20 anni, ma da qui dobbiamo ripartire. Dobbiamo ripartire dall’ottima sinergia tra Regione Puglia, le Agenzie regionali per la casa e i singoli Comuni”. Con queste parole l’assessore regionale all’Urbanistica, Alfonso Pisicchio, ha partecipato questa mattina assieme al sindaco Francesco di Feo all’inaugurazione e consegna degli ulteriori dodici alloggi popolari (del primo lotto) ai residenti del quartiere Unrra Casas di Trinitapoli, nell’ambito della rigenerazione e riconsegna delle complessive 25 palazzine, avvenuta grazie alla sinergia tra Comune, Regione Puglia e Arca Capitanata. Gli alloggi sono stati efficientati e ripensati secondo le ultime normative vigenti e si inseriscono nel generale progetto di riqualificazione e ricucitura sociale della periferia. “Ridare la giusta dignità alle persone, iniziando dall’emergenza abitativa – ha spiegato Pisicchio – è quanto di più bello possa fare un amministratore pubblico. La nostra attenzione per la comunità di Trinitapoli continuerà per completare la riqualificazione delle ultime sette palazzine e per la realizzazione, nel terzo ed ultimo stralcio, dei box di pertinenza”. In mattinata l’assessore ha anche partecipato all’illustrazione dell’amministratore unico di Arca Capitanata, Donato Pascarella, dei risultati raggiunti nell’ultimo periodo dall’agenzia regionale per la casa. “Buone pratiche – commenta l’assessore - nel solco di politiche abitative corrette e attente alla cosa pubblica. Non a caso, con dati alla mano, Arca Capitanata ha dimostrato di aumentare la sua capacità di riscossione dei canoni di locazione abbassando il tasso di morosità e ha pianificato una serie di interventi che vanno nella giusta direzione del contrasto alle occupazioni abusive, dell’eliminazione delle barriere architettoniche e del censimento anagrafico reddituale per determinare i nuovi canoni di locazione del 2018”. Secondo i dati forniti da Arca Puglia alla data del 31 ottobre scorso la capacità di riscossione dei canoni è passata all’80 per cento rispetto al 65 per cento del biennio 2014-2015. Sono state inoltrate 4.600 diffide di morosità per un totale di 40 milioni di euro e sono 373 i decreti di sgombero per occupazioni abusive. “Dati – ha aggiunto Pisicchio – che ci convincono sempre più della necessità di insistere su abusivismo e morosità, non solo per questioni di equilibrio finanziario, ma anche per tutelare i tanti assegnatari che pagano regolarmente e i tanti cittadini che, pur avendo maturato i requisiti, sono nelle graduatorie in attesa di una sistemazione”. “Il mio assessorato – ha concluso Pisicchio – vuole anche sostenere l’housing sociale, la nuova frontiera dell’emergenza abitativa, per andare incontro alla cosiddetta “fascia grigia” che non può permettersi un canone di locazione del mercato immobiliare ma che al tempo stesso non rientra nei criteri previsti per concorrere a un alloggio dell’edilizia residenziale pubblica”.