Cerignola: Sindaco Metta: Aggiornamenti su SIA, come volevasi dimostrare la stanno affossando.

23 maggio 2018|Posted in: Cerignola, Comuni

I Comuni non pagano, non pagano il giusto, ovviamente la SIA va in difficoltà e, dopo aver provocato le difficoltà non adeguando i contratti, fanno le ordinanze e incaricano ditte private per la raccolta dei rifiuti. Ditte private alle quali pagheranno , in futuro, molto più di quello che pagano a SIA.

“I Comuni non pagano, non pagano il giusto, ovviamente la SIA va in difficoltà e, dopo aver provocato le difficoltà non adeguando i contratti, fanno le ordinanze e incaricano ditte private per la raccolta dei rifiuti. Ditte private alle quali pagheranno , in futuro, molto più di quello che pagano a SIA”.

Con queste dichiarazioni il sindaco di Cerignola avv. Francesco Metta, aggiorna i cittadini sulle ultime evoluzioni della questione SIA.

“Queste sono le manovra che sta effettuando il Sindaco Di Feo del Comune di Trinitapoli, che attribuisce a me delle colpe senza saper dire quali sarebbero, e il Sindaco Rocco Calamita del  Comune di Stornarella il quale incarica una ditta con la scusante delle difficoltà per SIA di effettuare i servizi.

La ditta incaricata mediante Ordinanza dal Sindaco Calamita è, giusto per non fare nomi, la  Eco Alba con sede in Volturino, mentre quella incaricata, sempre con Ordinanza, dal Sindaco di Trinitapoli è la Ecoter con sede in Trinitapoli… a breve arriveranno tutte le altre ditte incaricate dai restanti comuni.

Intanto questi nullafacenti devono riunirsi venerdì mattina, 25 maggio 2018, con il Commissario dell’AGER, lo statista Granfranco Grandaliano, per affrontare le criticità di SIA. Io non andrò a questa riunione perché la criticità di SIA è soltanto una, occorre che tutti i Comuni sottoscrivano contratti adeguati. Dato che nessuno li vuole sottoscrivere, escluso Cerignola che lo ha già fatto ed il Comune di Orta Nova, vi segnalo e vi denuncio qual è la manovra:

  • Non adeguano i contratti, SIA va in affanno economico, questo affanno da a loro il pretesto per esternalizzare i servizi e incaricare ditte private, esattamente quello che fino ad oggi solo Cerignola non ha mai fatto.

Questo per rispondere a quei quattro sciacalli che attribuiscono a non so quale mia decisione la crisi di Sia, provocata solamente da sette comuni che continuano ad essere inadempienti.

Venerdì si riuniscono a Bari con Gianfranco Grandaliano, l’obiettivo ve lo descrivo subito,  riempire le città di rifiuti in modo che sia giustificato l’arrivo di AMIU Puglia. Questo è il disegno e vedrete che andrà esattamente così.

Questo lo riferisco a quei quattro poveri sprovveduti e creduloni che hanno contestato il Sindaco di Cerignola nonostante sia l’unico ad aver preso, e continuare a  prendere, le difese di SIA”.

Molti cittadini mi scrivono messaggi privati chiedendomi spiegazioni, non mi stancherò mai di scrivere quanto sta accadendo… le ambiguità, i controsensi, le bugie”.