Cerignola: ORATORI. IL COMUNE FINANZIA 12 PROGETTI CON POCO MENO DI 18.000 EURO

2 Marzo 2019|Posted in: Cerignola, Comune di Cerignola

Pezzano: “Attenzione concreta a chi opera nel vivo della società con impegno e qualità”

Il Comune di Cerignola ha finanziato 12 progetti di attività oratoriali e garantito risorse per poco meno di 18.000 euro a parrocchie e confessioni non cattoliche destinate a realizzare strutture per il gioco e spazi per la socializzazione.

“Un’azione di attenzione concreta a chi opera nel vivo della società”, sostiene il vice sindaco e assessore alle Politiche sociali Rino Pezzano ideatore dell’iniziativa, che mons. Luigi Renna, vescovo della Diocesi Cerignola-Ascoli Satriano, definisce “profetica” alla luce dell’accordo firmato oggi tra Regione Puglia e Conferenza Episcopale Pugliese proprio sul tema degli aiuti agli oratori.

“Per questa prima sperimentazione – continua Pezzano – abbiamo stanziato 20.000 euro ed è motivo di grande soddisfazione averne impiegato il 90%.

Ciò vuol dire che l’iniziativa è stata diffusamente apprezzata e che parrocchie, congregazioni, istituti religiosi e chiesa evangelica si sono impegnati nell’elaborazione di progetti funzionali raggiungere l’obiettivo condiviso: incrementare la disponibilità di strutture e spazi per il gioco, l’educazione, la socializzazione, la cultura di base e popolare.

La disgregazione del tessuto connettivo comunitario e l’alienazione dai luoghi in cui si vive e si opera sono tra le principali cause del disagio e dell’emarginazione che portano a fenomeni distorsivi come l’evasione dall’obbligo scolastico, l’abuso di sostanze, le violenze familiari, il bullismo di cui sono protagonisti e vittime soprattutto i più giovani cittadini.

Offrire loro luoghi e strutture in cui poter esprimere vitalità, talenti, socialità li aiuta a crescere più equilibratamente e a formare anche la propria coscienza civica.

Tanto ne sono e ne siamo convinti che stiamo già lavorando al prossimo bando – conclude Rino Pezzano – così da poter sostenere altre iniziative del Terzo Settore più che meritevoli per qualità e capacità di intercettare bisogni reali”.



Pin It on Pinterest