Cerignola: Diventare “Grande” con Daniele Nicastro all’IC “Carducci-Paolillo”

15 Maggio 2019|Posted in: Cerignola

In collaborazione con il punto “Einaudi” di Barletta, il 16 maggio le classi seconde della scuola media dell’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo” incontreranno Daniele Nicastro, autore di “Grande”.

Tutto pronto per il secondo incontro con l’autore previsto dall’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo” di Cerignola, diretto dalla dott.ssa Maria Racanelli. In collaborazione con Antonella Piccolo del Punto “Einaudi” di Barletta il 16 maggio alle ore 16:00 nell’auditorium “Paolillo” dell’Istituto Comprensivo di Cerignola, i docenti dell’istituto e gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria incontreranno Daniele Nicastro, autore del libro “Grande”, edito da Einaudi.

Grande” è la storia di Luca, tredici anni, che vive in Piemonte e che vuole andare in vacanza con gli amici, invece gli tocca il soggiorno in Sicilia, nel paese natale dei suoi genitori. Qui incontra Mario, che gli permetterà di fare cose da “grande”: andare in motorino, avere l’ultimo smartphone, prendere qualcosa da bere al bar, le feste in piscine e la “fratellanza”. Dietro questa “fratellanza” si nasconde un nemico feroce e spietato: il suo nome è Mafia. Luca imparerà a riconoscere un guaio quando ci finirà dentro. Un romanzo che parla di amicizia, legalità e mafia visti dagli occhi di un ragazzo di tredici anni.

L’incontro con Daniele Nicastro, inserito nel Maggio dei Libri della città ofantina, è il secondo degli incontri con l’autore organizzati dall’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo”.

L’incontro con l’autore s’inserisce all’interno del percorso tematico del curricolo dell’identità dell’Istituto previsto per le classi seconde della scuola media: “Io: bravo ragazzo?

L’Istituto “Carducci-Paolillo”, da anni in prima linea con il “Progetto lettura”, organizza incontri con l’autore perché promuovere l’amore per la lettura significa appassionare gli studenti e svincolarli dall’idea della lettura come dovere scolastico.

La promozione della lettura attraverso attività legate al territorio nasce dal bisogno emergente negli individui di riappropriarsi delle proprie radici locali rispetto ad una società globalizzata che, in un’ottica di relazioni ormai di livello planetario, tende ad annullarle, assimilando e uniformando consumi, abitudini e stili di vita.

Appuntamento per giovedì, ore 16:00, auditorium “Paolillo” per parlare di adolescenza, amicizia e legalità, per fare discorsi da “Grande”.

Pin It on Pinterest