Regione Puglia: AMBIENTE, PROPOSTA SYNDYAL, STEA: “MOLTO INTERESSANTE PER IL TRATTAMENTO DELLA FORSU, SE I COSTI FOSSERO GLI STESSI DI UN IMPIANTO PUBBLICO”

19 Luglio 2019|Posted in: Ambiente, Regione Puglia

         “Un sistema innovativo molto interessante che sicuramente porta con sé risvolti positivi a livello ambientale, se è vero che si tratta di un processo naturale nel quale il rifiuto non brucia ma viene termoliquefatto. Ma al momento nulla sappiamo rispetto ai costi, al rapporto con i benefici che ne deriverebbero prima di tutto per i cittadini”.

         Così l’assessore alla qualità dell’Ambiente Gianni Stea a margine della seduta  congiunta della I e V commissione regionale, dedicata all’audizione dell’amministratore delegato di Syndial Spa, del gruppo Eni Spa, Paolo Grossi, sul progetto pilota per la trasformazione del Forsu in bio olio e acqua in via di sperimentazione a Gela, in Sicilia.

         “Perché si possa immaginare di prendere in considerazione un sistema innovativo per il trattamento della Forsu come quello che la Syndial ci ha proposto e illustrato – continua l’assessore Gianni Stea – dovremmo saperne di più sui tempi di realizzazione, sulla “convenienza” per i cittadini in termini di Tari più bassa.

          Insomma, se l’impianto promosso dalla Syndial possa comportarsi sul fronte dei costi, come un impianto pubblico.

         Altrimenti non avrebbe senso avere come obiettivo quello di affrancarsi dal sistema privato se l’alternativa fosse un altro privato”.  

L’assessore alla qualità dell’ambiente si è detto attratto dal nuovo processo di trattamento della Forsu presentato dall’azienda appartenente al gruppo Eni, ma prima di ogni avventata valutazione, ribadisce di voler avere informazioni più dettagliate su quelli che potrebbero essere i costi e le tipologie di accordo.

         “Immagino accordi almeno ventennali – afferma –   qualora la Regione Puglia fosse interessata a trasformare la proposta in indirizzo politico, così come immagino un costo zero per i siti che ospitano l’impianto e per i suoi cittadini. Ma queste  – conclude – sono considerazioni premature, anche se, ripeto, il mio atteggiamento è di grande apertura verso ogni soluzione che guardi al bene dei pugliesi sotto tutti i fronti, da quello ambientale a quello economico”. (com.) —

Pin It on Pinterest