Cerignola: incontro con la giornalista e scrittrice ASMAE DACHAN

1 Dicembre 2019|Posted in: Cerignola

Nell’ambito della festa dell’Immacolata Concezione di Maria, la comunità parrocchiale di S. Antonio da Padova e la Confraternita Santa Maria della Pietà di Cerignola, incontreranno, ASMAE DACHAN, giornalista e scrittrice italo – siriana.  L’appuntamento è fissato per Giovedì 5 dicembre alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di S. Antonio in Cerignola. Il tema che Asmae Dachan  tratterà è: “Sguardi sulla Siria, conflitti e speranze”. Il parroco, don Carmine Ladogana,ha dichiarato che: “Abbiamo invitata la giornalista Siriana Asmae Dachan affinchè ci aiuti con la sua testimonianza di donna di origine siriana e italiana di adozione, a comprendere la gravità della guerra che il popolo siriano subisce inerme, da tanti anni e che rischia di cadere nell’oblio. La guerra in Siria è una assurdità, come tutte le guerre che si combattono e che sono state combattute.”.

Asmae Dachan, è una giornalista, licenziata in Teologia islamica ed è laureata in Scienze della Comunicazione.  Scrive per “Avvenire” e per altre testate giornalistiche. L’essere figlia di due culture le ha permesso di ampliare i suoi orizzonti e di aprirsi alle diversità. L’ultimo romanzo pubblicato per i tipi dell’editore “Castelvecchi” si intitola “Il silenzio del mare”. Un romanzo che attinge alla drammatica realtà della guerra in Siria. Due fratelli, Fadi e Ryma, si uniscono al movimento pacifista che nasce segretamente nei campus universitari e che coinvolge giovani e lavoratori. Iniziano un impegno attivo per la difesa dei diritti umani, sognando che la Siria riacquisti la libertà e si affranchi dall’oppressione della dittatura. Siamo nel 2011 e il loro sogno svanisce in breve. Scoperti e minacciati dal regime, sono costretti a fuggire dalla repressione che presto si trasforma in una feroce guerra, a cui si aggiunge l’orrore del terrorismo. Si imbarcano in Libia, alla volta dell’Italia, ma durante la traversata accade una tragedia e Fadi arriva a terra da solo. Il destino di Ryma resta avvolto dal silenzio del mare. In Italia il giovane siriano viene accolto da un pescatore e da una giovane dottoressa. I loro destini si intrecciano in modo inaspettato. Ognuno cerca nell’altro le risposte ai suoi perché, e mentre in Siria si continua a morire, un evento inatteso sconvolge la nuova vita di Fadi e dei suoi amici.

Al termine dell’incontro la dottoressa Asmae Dachan sarà disponibile per il “firma copie”

     don Carmine Ladogana

                  parroco

Pin It on Pinterest