Foggia: testimoni di memoria e visita ai beni confiscati, un dicembre di antimafia sociale per “La strada”

20 Dicembre 2019|Posted in: Foggia

I giovani partecipanti al progetto hanno incontrato la sorella di Michele Cianci e il padre di Michele Fazio, vittime innocenti di mafia. Bilancio positivo per l’uscita didattica presso i terreni gestiti dalla Coop. Terre di Puglia – Libera Terra a Mesagne.

Non si fermano le attività formative e le uscite didattiche del Progetto “La Strada” di Cerignola. L’11 dicembre scorso, i giovani partecipanti hanno potuto incontrare due testimoni di antimafia sociale e memoria, presso l’ITC “Dante Alighieri” di Cerignola: Angela Cianci, sorella di Michele e Pinuccio Fazio, padre di Michele.

I corsisti hanno così potuto ascoltare le storie toccanti di due vittime innocenti di mafia e confrontarsi con i due familiari, ponendo loro domande.

Il 2 dicembre 1991 Michele Cianci, cittadino modello di Cerignola, sventò al mattino un tentativo di scippo ai danni di un anziano e subì nella serata dello stesso giorno un tentativo di rapina da parte di cinque pregiudicati, condannati successivamente per associazione di tipo mafioso. I malviventi erano intenzionati a portar via le armi dal suo esercizio commerciale. Durante le colluttazioni Michele venne ucciso con un colpo di arma da fuoco per aver opposto resistenza.

Era la sera del 12 luglio 2001, invece, quando Michele Fazio, che stava rientrando a casa, tra le stradine di Bari vecchia, si ritrovò nel mezzo di un conflitto a fuoco tra clan rivali. Michele morì così, vittima innocente di mafia, a soli 16 anni.

L’incontro è stato introdotto e moderato dagli operatori della Coop. Altereco di Cerignola che, il 14 dicembre, hanno accompagnato i ragazzi in visita ai beni confiscati gestiti a Mesagne (BR) dalla Coop. Terre di Puglia – Libera Terra.

Nel corso dell’uscita didattica, è stato possibile visitare cantina, vigneti, villa e la Masseria Canali. Sono state degustate le friselle “Libera terra” che vengono prodotte dalla stessa cooperativa con grano duro biologico “Senatore Capelli” e il succo “Frutti rossi di Sicilia”.

Orientare e formare alla legalità e alla cooperazione creativa, dentro e fuori dalle aule scolastiche. È questo, dunque, l’obiettivo del progetto “La strada. C’è solo la strada su cui puoi contare”, vincitore dell’Avviso Cantieri Innovativi di Antimafia Sociale: educazione alla cittadinanza attiva e miglioramento del tessuto urbano della Regione Puglia, le cui attività riprenderanno a gennaio dopo la pausa natalizia.

Il progetto è promosso dall’Associazione Temporanea di Scopo che vede il Comune di Cerignola in qualità di ente capofila e un nutrito partenariato composto da: Comune di Foggia, CSV Foggia, Cooperative sociali Medtraining, Iris e Altereco.

Pin It on Pinterest