Regione Puglia: nuovissima area di radiologia di emergenza

24 Marzo 2020|Posted in: Regione Puglia

Guardate queste immagini: vi mostro in anteprima la nuovissima area di radiologia di emergenza con apparecchiature di ultima generazione che abbiamo appena installato e dedicato esclusivamente ai pazienti Covid.

Alla rete regionale si aggiunge quindi una nuova tac e un polifunzionale radiologico digitale con bracci mobili, unico in tutto il Centro Sud.

La Tac, in particolare, è uno strumento importante nell’identificazione del coronavirus perché è in grado di cogliere i segni polmonari tipici della malattia già in fase precoce e l’evolversi dell’infezione. La nostra è tecnologicamente avanzata, consente di acquisire le immagini in alta definizione e in brevissimo tempo per fare tutti gli approfondimenti diagnostici necessari per i pazienti che sono affetti da patologia respiratoria.

L’area di diagnostica per immagini è collocata al piano terra del padiglione Asclepios, dedicato ai pazienti Covid, con accesso diretto dal pronto soccorso e collegamento con la terapia intensiva, attraverso un percorso di accesso sicuro.
A completare la nuova area diagnostica, c’è il polifunzionale radiologico digitale. Un’apparecchiatura robotizzata con due bracci mobili: su uno è montato il tubo radiogeno e sull’altro il detettore (rilevatore). Si muovono in contemporanea evitando di spostare il paziente per le diverse proiezioni radiografiche. Un grosso vantaggio soprattutto per i pazienti pluritraumatizzati, che possono restare supini sul lettino mentre i due bracci si muovono intorno a loro.
Le apparecchiature digitali consentono un’importante riduzione dei tempi di esecuzione degli esami per i pazienti e dei tempi di refertazione dei medici, che possono consultare i referti attraverso il sistema intranet aziendale, riducendo gli spostamenti tra i reparti.

Policlinico: nuova tac e radiologia per pazienti Covid-19

Guardate queste immagini: vi mostro in anteprima la nuovissima area di radiologia di emergenza con apparecchiature di ultima generazione che abbiamo appena installato e dedicato esclusivamente ai pazienti Covid. Alla rete regionale si aggiunge quindi una nuova tac e un polifunzionale radiologico digitale con bracci mobili, unico in tutto il Centro Sud. La Tac, in particolare, è uno strumento importante nell'identificazione del coronavirus perché è in grado di cogliere i segni polmonari tipici della malattia già in fase precoce e l'evolversi dell'infezione. La nostra è tecnologicamente avanzata, consente di acquisire le immagini in alta definizione e in brevissimo tempo per fare tutti gli approfondimenti diagnostici necessari per i pazienti che sono affetti da patologia respiratoria.L'area di diagnostica per immagini è collocata al piano terra del padiglione Asclepios, dedicato ai pazienti Covid, con accesso diretto dal pronto soccorso e collegamento con la terapia intensiva, attraverso un percorso di accesso sicuro.A completare la nuova area diagnostica, c'è il polifunzionale radiologico digitale. Un’apparecchiatura robotizzata con due bracci mobili: su uno è montato il tubo radiogeno e sull’altro il detettore (rilevatore). Si muovono in contemporanea evitando di spostare il paziente per le diverse proiezioni radiografiche. Un grosso vantaggio soprattutto per i pazienti pluritraumatizzati, che possono restare supini sul lettino mentre i due bracci si muovono intorno a loro.Le apparecchiature digitali consentono un’importante riduzione dei tempi di esecuzione degli esami per i pazienti e dei tempi di refertazione dei medici, che possono consultare i referti attraverso il sistema intranet aziendale, riducendo gli spostamenti tra i reparti.

Pubblicato da Michele Emiliano su Lunedì 23 marzo 2020

Pin It on Pinterest