Regione Puglia: ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata hanno infatti sequenziato due ceppi del virus SARS COV 2

20 Maggio 2020|Posted in: Regione Puglia

La ricerca made in Puglia ha raggiunto un importante traguardo dal punto di vista scientifico. I ricercatori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata hanno infatti sequenziato due ceppi del virus SARS COV 2, studiandone le mutazioni. Un significativo contributo alla scoperta delle medicine e del vaccino contro il coronavirus.

I nostri laboratori hanno infatti sequenziato il genoma di due virus isolati dal tampone di una paziente della provincia di Lecce e da quello di un paziente della provincia di Foggia. La conoscenza e la pubblicazione dei genomi di SARC COV 2 circolanti nell’area geografica di riferimento, potranno essere di fondamentale importanza per studiare la variabilità genetica del virus.

La conoscenza del genoma è fondamentale per accelerare la ricerca, portando allo sviluppo di medicine e/o vaccini.

Questo per noi rappresenta un traguardo davvero importante, è la punta di diamante di un sistema Puglia che si coniuga perfettamente anche con le eccellenze della ricerca.

Per approfondire, leggete qui ➡️ http://rpu.gl/8BTMI

Pin It on Pinterest