Regione Puglia: Pubblicato il bando “Reimpianto di olivi in zona infetta”

11 Settembre 2020|Posted in: Regione Puglia

 Il Dipartimento Risorse agroalimentari informa

Pubblicato sul BURP di oggi il bando dedicato al “Reimpianto di olivi in zona infetta”. L’avviso pubblico tende a  riqualificare nel medio lungo periodo tutto il territorio salentino colpito dalla batteriosi, ricostituendo il patrimonio olivicolo danneggiato.

Il Bando consente a tutti i proprietari terrieri di partecipare sia in forma singola che associata, attraverso le O.P. o le cooperative olivicole. La semplificazione procedurale consentirà di produrre una graduatoria di beneficiari che potrà essere utilizzata anche oltre le disponibilità attuali sulla base di allocazione di ulteriori future risorse.

L’obiettivo è giungere allo scorrimento completo della graduatoria per finanziare tutti coloro che sono stati danneggiati dalla batteriosi e rigenerare interamente il territorio salentino. Di seguito il link per accedere alla visualizzazione dell’avviso: 

http://burp.regione.puglia.it/documents/10192/53755269/DET_377_8_9_2020.pdf/bcd9133c-d83b-4f03-9f02-a9cc6b461e90

Gestione calamità in agricoltura

 Il Dipartimento regionale Agricoltura ha validato oggi, 10 settembre 2020, il portale informatico per la raccolta delle domande di indennizzo per i danni da calamità. Il portale, realizzato in collaborazione con Innovapuglia, consentirà di snellire in maniera sensibile la valutazione dei danni, consentendo alla Regione di rispondere tempestivamente alle richieste di indennizzo per gli eventi calamitosi.

Il portale sarà utilizzato inizialmente dall’ARIF per la verifica delle calamità Xylella 2018 e 2019 per le quali si è in attesa di Decreto Ministeriale. Riguardo al danno da Xylella l’istruttoria per le annualità 2016 e 2017 è stata definitivamente chiusa con la determinazione di un danno di 68 milioni di euro. La Regione è in attesa dell’accredito da parte del Ministero per poter girare le somme ai comuni che procederanno alla liquidazione degli agricoltori.

Pin It on Pinterest