Rino Pezzano: UNA PROVINCIA DENIGRATA E ABBANDONATA.


SPERIAMO IN UN NUOVO INIZIO.

Coloro che hanno rappresentato per 25 anni la storia politica della Capitanata e, in particolare, della città di Manfredonia hanno subito ieri una sonora sconfitta. Era prevedibile.
Il tentativo di addossare le responsabilità su un’unica persona è stato pagato a caro prezzo, oltre ad essere stato esercizio ignobile.
I cittadini manfredoniani hanno punito soprattutto chi ha cercato di salvare la propria carriera politica, utilizzando parole e comportamenti di un’irriconoscenza unica.
In politica le responsabilità si assumono, non si scaricano sul soggetto più debole in quel momento, soprattutto se con quest’ultimo si sono condivisi tutti i successi.
Con l’elezione del nuovo sindaco di Manfredonia – a cui va il mio sincero augurio – si chiude una delle pagine più brutte e confuse della nostra provincia su cui, purtroppo, si è preferito non approfondire ma, semplicemente, individuare nei sindaci uscenti, Riccardi e Metta, i capri espriatori.
Eppure avevano dimostrato di essere due ottimi amministratori.
Peccato, abbiamo perso una grande occasione.
Ora si volta pagina, anche se i problemi restano tutti sul tappeto e le condizioni pietose della Capitanata lo dimostrano.
A chi ha ruoli di governo il compito ora di rimboccarsi le maniche.
Buona fortuna a noi, ne abbiamo bisogno.

Pin It on Pinterest