(FRATELLI DITALIA) nubifragio: scarsa manutenzione dei tombini di scarico e discutibile pulizia delle strade

NUBIFRAGIO A CERIGNOLA, NETTI (FRATELLI DITALIA): «LA CITTÀ SIA INFORMATA TEMPESTIVAMENTE SUI PROVVEDIMENTI DA ADOTTARE SUBITO»

«Il sindaco convochi un tavolo tecnico per discutere di ciò che non ha funzionato domenica pomeriggio, al di là della straordinarietà dell’evento metereologico. Il Consiglio comunale e le Commissioni consiliari siano informati rapidamente sugli interventi urgenti, per non ritrovarci alla prossima pioggia a contare gli stessi danni».

Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Nicola Netti, ha chiesto, ieri in Aula, che tutto l’organo consiliare e la città siano aggiornati sulla diagnosi e sulle ricette, dopo che su Cerignola domenica pomeriggio s’è abbattuto un violento nubifragio che ha causato diverse centinaia di migliaia di euro di danni, specie nei quartieri più bassi della città.

«Insufficienza della rete fognaria, ma soprattutto scarsa manutenzione dei tombini di scarico e discutibile pulizia delle strade, senza dimenticare una mole d’acqua spaventosa, come non se ne ricordano», ha elencato Netti tra le ragioni presto individuabili del ritardo nel deflusso dell’acqua piovana, che ha allagato in particolar misura il quartiere Pozzo Carrozza, l’intera zona del Campo sportivo e Via Trinitapoli.

Se manutenzioni e pulizia sono questioni di efficienza o negligenza, intervenire sulla rete fognaria è più complesso: a lungo ieri durante il Consiglio si era attesa l’annunciata visita di Raffaele Piemontese, ma il vicepresidente della Regione Puglia a Cerignola non si è mai presentato. «Discutere ed informare la città sui provvedimenti immediati da assumere – ha concluso Netti, rivolgendosi al sindaco – è l’unica strada per non ritrovarsi nella stessa condizione alla prossima bomba d’acqua».

Pin It on Pinterest